23 feb 2012

Dire si' al telefono





Non ho praticamente mai preso un telefono portatile, beh ne ho avuto uno, regalo "che non si puo' rifiutare" di Daphne per potermi raggiungere quando andavo in barca da solo in bretagna; ora son saltato diritto al satellitare, ho preso il telefono portatile di Inmarsat, l'Isatphone Pro.
Dopo aver usato l'Iridium di altri (che funziona molto bene), ho deciso di provare anche  questo nuovo telefono di Inmarsat, vedremo fra qualche mese per un primo bilancio.


22 feb 2012

Qualche massima per gli inventori

Qualche massima per nulla nautica ma che fa sorridere, trovate qua e là




E' probabile che i computer arrivino a pesare non più di una tonnellata e mezzo.
Popular Mechanics, previsione sul progresso scientifico, 1949.


Penso esista una domanda per circa cinque computer nel mondo intero.
Thomas Watson, presidente di IBM, 1943


Macchine volanti più pesanti dell'aria sono impossibili.
Lord Kelvin, presidente della Royal Society, 1895


Ma... a cosa serve ?
Ingegnere della Divisione Advanced Computing Systems di IBM, 1968, a proposito del microchip.


Non c'è nessun motivo perché la gente si voglia mettere un computer in casa.
Ken Olson, presidente e fondatore di Digital Equipment corp, 1977.


Questo "telefono" ha un sacco di inconvenienti e difetti per poter essere considerato un mezzo di comunicazione. Per quanto ci riguarda l'apparecchio è da considerarsi inutile.
Nota interna di Western Union, 1876.


La scatola musicale senza fili non ha nessun immaginabile valore commerciale. Chi pagherebbe per un messaggio inviato a nessuno in particolare ? 
I soci di Sarnoff in risposta alla sua richiesta di investire nel mondo della radio, circa 1920.


Il concetto è interessante e ben strutturato, ma per meritare più di un 18 l'idea deve essere realizzabile.
Il voto di un professore di Yale a un compito di Fred Smith dove questi ipotizzava un servizio di consegna a domicilio per il giorno dopo. Smith ha poco dopo fondato la Federal Express. 


Chi cavolo vuol sentire gli attori parlare ?
HM Warner, Warner Brothers, 1927


Non ci piace la loro musica, e in ogni caso la chitarra ormai è proprio fuori moda..
Motivazione della Decca Recording per il rifiuto di un gruppo chiamato Beatles, 1962


Trivellare per il petrolio ? Cioè fare un buco nella terra per cercare del petrolio ? Lei è matto.
Società di scavi che E.L. Drake cerco' di convincere per il suo progetto prima trivellazione al mondo, 1859

Le azioni hanno raggiunto qualcosa che si potrebbe definire altopiano perenne.
Irving Fisher, Professore di Economia a Yale, 1929


Gli aeroplani sono giocattoli interessanti, ma senza alcun valore militare.
Maresciallo Foch, Professore di strategia all'Ecole supérieure de guerre.


Tutto cio' che poteva essere inventato è stato inventato.
C. Duell, Responsabile Ufficio Brevetti US, 1899.


La teoria dei germi di Pasteur è un'invenzione ridicola.
Pierre Pachet, Professore di fisiologia, Toulouse 1872


L'addome, il torace e il cervello saranno per sempre immuni dall'intrusione di un chirurgo umano e sano di mente. 
Sir John Eric Ericksen, chirurgo personale della Regina Vittoria, 1873


La politica sarebbe un business della miseria, se non fosse per sto cavolo di popolo.
Richard Nixon.


E qualche altra stupidata:
All'Accademia aeronautica ci hanno insegnato: "Cercate sempre di far si' che il numero di atterraggi che fate sia uguale a quello dei decolli fatti.
La frustrazione è cercare di trovare i propri occhiali senza i propri occhiali.
Mi hanno sempre detto di rispettare quelli con più anni di me, ma diventa sempre più difficile trovarne.
Dio ha fatto l'uomo prima della donna per dargli tempo sufficiente per pensare a cosa rispondere alla sua prima domanda.



17 feb 2012

Seu Jorge e a Vanessa





08 feb 2012

Jet Stream assassino

In questi giorni di gran freddo e gelo, i giornali tutti a parlare di jet stream.
Dev'essere una delle parole di cui fino a ieri nessuno conosceva l'esistenza ma che all'improvviso tutti utilizzano con grande familiarità.
L' "esondazione", poi il "trend", poi lo "spread", oggi il "jet stream".

Una curiosità poco conosciuta.
Il jet stream è stato responsabile delle pochissime (mi sembra addirittura le uniche) morti di cittadini americani sul suolo americano durante la seconda guerra mondiale.
Oooh!

Durante gli anni 20-30-40 i ricercatori giapponesi avevano ipotizzato e poi sempre più caratterizzato l'esistenza di queste correnti atmosferiche molto veloci, situate ad altitudini molto elevate.
Giunge la guerra, si sono detti "se non riusciamo ad arrivare a bombardare fino in US, mandiamoci le bombe da sole".
Hanno quindi cominciato a costruire degli enormi palloni, delle specie di mongolfiere in una fibra tratta dallo stelo dei rovi di more, incollata con una pasta che era buona da mangiare e che gli operai spesso rubavano e portavano a casa. 
Sotto ai palloni attaccavano bombe normali e bombe incendiarie.
I palloni venivano rilasciati in modo da cercare di raggiungere la corrente a getto, una volta li' dentro la corrente a getto nel giro di tre giorni circa gli faceva attraversare tutto il Pacifico e li portava sopra agli Stati Uniti; non so con quale espediente tecnico una volta li' scaricavano le bombe. 
Hanno lanciato varie migliaia di palloni, qualche centinaio sono riusciti ad arrivare sul suolo americano, qualche decina ha causato danni materiali, uno è cascato sopra a una capanna in mezzo alla foresta causando i pochi morti civili.

Poveretti sai che scalogna.



02 feb 2012

VID - Come si fa la catena

Un video molto interessante segnalato su www.ybw.com: come viene costruita la catena





01 feb 2012

Alcune date possibili

Alcune date che cominciano a definirsi, sempre se vento e mare saranno d'accordo.

Il 2 marzo vado giù. Comincio a preparare la barca, riarmarla tutta, verifiche eccetera ma soprattutto scrostarla dalle tonnellate di conchiglie che ci saranno attaccate sotto.
Attorno all'11-12-13 probabile partenza, Natal a un 80 miglia di distanza sembra ok come prima tappa. Star li' poco, tipo uno due giorni max.
Poi ci sarebbe Fortaleza a 250 miglia, ma forse val più la pena tirare direttamente fino a Luiz Correia, a circa 500 miglia da Natal, eventualmente se c'è il vento giusto (più da SE) una sosta di fronte alla duna di Jericoacoara.
A Luiz Correia stare un po', vedere se si puo' andare a mettere la prua sul delta del fiume.
Attorno alcuni altri posticini, il Rio Preguiça sarebbe bello ma presumo difficile, boh si vedrà.
Tappa successiva Cayenne o Kourou, in Guyana francese, a circa 1000 miglia. Eventuale tappa intermedia a Soure, nell'isola di Marajo' sul delta dell'Amazonas. Bisognerà vedere dove si puo' fare l'uscita dal Brasile, ho provato a chiedere ma da qui non sanno rispondere.
Arrivo in Guyana francese durante la prima settimana/dieci giorni di aprile.  
Da li' qualche giorno in Guyana francese (Cayenne, Kourou, Saint Laurent du Maroni?), poi 150-200 miglia per il Suriname, anche li' un paio di fiumi da esplorare, poi idem150-200 miglia verso la Guyana (ex inglese), stare un po' anche li': tutto cio' da metà aprile a diciamo metà maggio.
Nella seconda metà di maggio salto verso Trinidad, dove penso di tirar su la barca.
Più precisi difficile esserlo, praticamente tutti i posti sono descritti molto poco quindi bisognerà vedere di volta in volta cosa sarà possibile fare, comunque un po' alla volta si avanza.

Vuali' vualà, come dicono qui.