31 dic 2016

Via Inmarsat:

Lasciato ieri fdn, verso fortaleza a 350 miglia. Pioggia continua e niente
pesce cenone rinviato, intanto auguri a tutti!

Please note your reply is limited to 160 Latin characters or approximately 135 for non-Latin characters.

Sent via Inmarsat. The mobile satellite company

26 dic 2016

Via Inmarsat:

Seconda transat familiare fatta,ancorati a fernando de noronha.bambine in
mezzo ai pesci

Please note your reply is limited to 160 Latin characters or approximately 135 for non-Latin characters.

Sent via Inmarsat. The mobile satellite company

23 dic 2016

Via Inmarsat:

Preso finalmente aliseo sudest! Fra qualche ora passiamo equatore, intanto
cena con tonnetto quotidiano.

Please note your reply is limited to 160 Latin characters or approximately 135 for non-Latin characters.

Sent via Inmarsat. The mobile satellite company

21 dic 2016

Via Inmarsat:

Ïtcz, pot au noir, calme equatoriali; bonaccia, acquazzoni e onda lunga...
Che goduria.

Please note your reply is limited to 160 Latin characters or approximately 135 for non-Latin characters.

Sent via Inmarsat. The mobile satellite company

15 dic 2016

Via Inmarsat:

Partiti il 13 verso fernando noronha, prima facciamo qlc giorno di ovest,
bell aliseo, barca e famiglia tutti ok

Please note your reply is limited to 160 Latin characters or approximately 135 for non-Latin characters.

Sent via Inmarsat. The mobile satellite company

10 dic 2016

navigation dans l'archipel

Nous pouvons à présent nous aventurer à la découverte de l'archipel. La navigation est délicate. Les fonds marins sont particulièrement irréguliers (on passe soudainement de 20 m de profondeur à 2) et les marées particulièrement importantes. Comme il s'agit d'un archipel, il y a beaucoup de rochers et de bancs de sable à fleur de l'eau, invisibles à marée haute mais bien présents quand même. Il est préférable de ne pas aller s'y échouer. (qui viendrait nous récupérer là ????)

Nous avançons par étape de 5 à 10 milles par jour, la distance entre 2 mouillages, les îles étant relativement proches les unes des autres. Cela nous permet de travailler le Cned le matin en navigant (nous progressons à moteur, le bateau est stable). L'après-midi quand l'île le rend possible nous partons explorer les plages ou encore un bolon. Sinon les filles improvisent une piscine en remplissant l'annexe d'eau de mer.
Malheureusement la baignade derrière le bateau nous a été fortement déconseillée. Les eaux sont réputées très poissonneuses et parmi la population marine recensée on y trouve quelques espèces de requin…. Ils ne s'aventurent bien entendu pas jusqu'aux plages, mais il adorent les fonds de 10 m avec forts courants,  exactement là où nous mouillons.    


07 dic 2016

Ci si avvicina alla partenza per la transat

Internet ancora troppo zoppicante per mettere foto o video, ma la vita alle Bijagos continua, con il suo succedersi di momenti entusiasmanti e momenti piu' difficili/avventurosi (essenzialmente per il vettovagliamento); quando avremo un accesso migliore metteremo un po' di materiale su questo posto tanto spettacolare quanto difficile.
Bon, ora siamo in preparazione per la transat: da qui Rubane andremo verso nord, passeremo ancora qualche giorno nelle isole dell arcipelago piu a ovest, da li partiremo per la transat: direzione Fernando de Noronha, isola brasiliana a circa 1400nm da qui, parco nazionale con tasse elevatissime e nessunissimo servizio ma -pare- bellissimo, poi dopo qualche giorno da li verso Fortaleza sono un altro 3-400 miglia ma con tutto portante.
Preparare una transat da qui e' roba da matti, manca *tutto*, ma volendo si puo trovare quasi tutto, basta trovare i buoni canali e avere tempo: Daphne al limite dell eroismo e' ripartita un altro giorno e mezzo in trasferta alla capitale Bissau,questa volta tornando con un enorme sorriso, abbiamo il grosso degli approvvigionamenti!
Io dal mio lato trovo gasolio, olio motore, persino delle nuove batterie addirittura Caterpillar: nel "negozio" c e' un enorme papero a guardia che mi deve trovare particolarmente antipatico gonfia le ali e parte all assalto prima che il proprietario lo afferri per il collo, dentro oltre alle batterie Caterpillar, pieno di pezzi di ricambio Perkins (!), piu di qualsiasi altro negozio anche in Europa; per situare le cose, i "negozi" a fianco hanno uno pezzi di sapone, un altro teli africani made in holland, un altro cipolle e riso... Li' finisce il villaggio.
Il grosso e' fatto, venerdi prossimo andiamo con una barca locale nei pantanais di una isola inaccessibile per vedere gli ippopotami, nel frattempo dovremmo ricevere del "fresco", frutta e verdura; sabato a rigore partenza per la parte ovest dell arcipelago, fine di ogni possibiloita di rifornimento, accesso internet eccetera, poi dopo tre quattro cinque giorni partenza verso il mare aperto.

Stiamo tutti bene, per ora queste settimane alle Bijagos hanno sorpassato ogni piu rosea aspettativa: duro, duro (ma un po lo sapevamo), ma con una insospettata ricchezza di sensazioni intense, sia per la natura che per i contatti umani avuti.
Racconteremo di piu con un po di internet in piu.