08 giu 2011

Programmi, più o meno

In Brasile, uno straniero ha diritto a 90 giorni di visto turistico, rinnovabili una volta per altri 90 giorni (non assicurati ma praticamente li danno sempre). Dopo 180 giorni nel Paese bisogna uscire e non si puo' rientrare prima che siano passati sei mesi.
Lo fanno perché altrimenti ci sarebbero cinquemila barche fisse qui, credo, ma vai a sapere.
I nostri 180 giorni terminano a metà agosto, quindi a metà agosto dobbiamo partire.
Dopo averic pensato un po' sù, lasciamo la barca qui, o a Salvador o più a nord a João Pessoa, e torniamo a casa. Le bambine riprendono la scuola normale, Daphne il lavoro, per un altro bell'inverno parigino.

A fine febbraio-marzo 2012 io torno qui a prendere la barca per riportarla in Bretagna. Shhh, ma non escludo ci siano opportunità per gli affezionati lettori; in mente un programmino niente male, vedremo.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

godersi la vita, non e un privilègio, ma un diritto, bernard moitessier, diceva, la terra e tutto un giardino, stà a noi la scelta. parole sante. a coloro che sanno godersi la vita, auguro tanta, tanta felicità, e che il buon vento vi accompagni sempre, ovungue la vostra prua e diretta.

Anonimo ha detto...

grazie per il pensiero


oddio, non è che sia tutto rose e fiori, ma almeno siamo tutti molto contenti di vivere questa esperienza

Anonimo ha detto...

ehi rob sono felice di vedervi felici ;-)

io resto sintonizzato per news su quel rientro del 2012, se ti servisse aiuto...

un abbraccio
marco (marbr)

Anonimo ha detto...

ciao marco,

il tempo di studiare un po' il tragitto, tappe eccetera e vedrai che qualcosa viene fuori -.:)


a presto e buone vacanze
r