06 giu 2012

Analisi meteo transat ritorno 1

Prima di partire, il routing climatico mi dava un waypoint climatico a 35N 45W.
In sostanza, si fa girare un programma di routing con i dati climatici tratti dalle pilot charts, il programma indica quale rotta seguire, la rotta più rapida sulla base di dati climatici, quindi di medie di lungo periodo, che possono -o non possono- aver qualcosa in comune con i dati meteorologici.
Climate is what you expect, weather is what you get.

La rotta ritorno puo' essere scomposta in tre parti: 
1. il pezzo nell'aliseo, fino all'uscita
2. il negoziare/contornare l'anticiclone Bermuda_Azzorre
3. l'inserimento nel flusso dei venti da ovest;

Primo pezzo, l'aliseo.
Uscito dalla Martinica, vento da E - ENE- ESE abbastanza sostenuto, si va verso nord tutto di bolina. Quando sono partito l'aliseo era ancora verso ENE, e comunque 20-25 nodi di reale (a rigore climaticamente a maggio dovrebbe già aver girato a ESE, ma si prende quel che c'è da prendere io avevo ancora ENE), quindi bolina bolina.
Tutto bagnato, sale ovunque, quando passano le nuvole raffiche sui 35 nodi, ma insomma dal pdv meteo ci sono poche sorprese. 
A sud (zona più equatoriale) si cominciano a vedere le onde tropicali che partono da capo verde dirette ai Caraibi, le stesse che talvolta danno origine agli uragani; prima una, poi due, poi tre una di seguito all'altra.

Le carte di previsione sono tutte molto simili (la linea continua in basso a destra a metà nascosta dal "Demo" è un'onda tropicale), a NE dei Caraibi si sale bene, anche se è navigazione un po' muscolosa: 

Photobucket
 

Dal pdv climatico, l'aliseo dovrebbe calare e smettere attorno ai 25N, più o meno quel che ho trovato: prima un calo di velocità con vento medio attorno ai 15 nodi (dopo 6-7 giorni di bolina con 25 nodi, benvenutissimo), poi qualche oscillazione di direzione, ma nulla di molto significativo tutto fra ENE e ESE.

A quel punto si pone il problema di riuscire ad agganciare un qualche flusso legato all'anticiclone che si orienti quindi sempre più da ESE- SE - SSE - S fino a SW, cercando di non rimanere impantanati della grossa H di Bernacca.

segue
  
   

2 commenti:

Anonimo ha detto...

bravò bravò bravò!

Nicola

PyXis2012 ha detto...

Robi.; Buon Dì …. Prima di tutto Ti rimbalzo i Saluti da Parte di Marco & Ele .. sono ripartiti da Ahe .. alla ricerca di un atollo con acqua cristallina ..
Veramente interessante il capitolo di analisi Meteo .. Siamo in molti a seguire il Blog e a confrontare i dati Web memorizzati durante la Tua Transat ..
Ritengo che a bordo Tutti i dati meteo per le valutazioni Tu li abbia ricevuti Via radio SSB .. Conoscere la fonte e come hai ricavato i dati durante le varie fasi di navigazione ..è anche una parte molto interessante .. io ho tentato di sintonizzare Alfredo IK6IJF alle 19 UTC su 14306 ma la propagazione a livello locale era Ko .. forse la mia St. di bordo rX + antenna non è adeguata .. Ho recepito che per Te la radio è stata fondamentale e affidabile .. mentre il Telefono Satellitare ti ha creato problemi !!! .. Io non sono un radioamatore e in futuro contavo di affidarmi al T.Satellitare .. Tu che idea ti sei Fatto dopo questa esperienza ? ..
Un abbraccio *_* Dino